Successioni e donazioni

La materia della successione per causa di morte a dispetto delle apparenze si rivela complessa e può riservare sorprese se non pianificata, specie laddove il complesso dei beni che costituiscono il patrimonio ereditario è articolato e composito, ma anche nel caso in cui il patrimonio sia inconsistente possono aspettarci sorprese non gradite.

I problemi che si possono presentare sono molteplici e richiedono soluzioni personalizzate:

a) per l’imprenditore si tratta di affrontare il problema del passaggio del comando e quindi dell’azienda o delle quote societarie tenuto anche conto delle esenzioni fiscali, ma anche del trattamento da riservare agli altri familiari;

b) il privato sovente si pone il problema di valutare se anticipare gli affetti della successione ricorrendo a donazioni oppure se scegliere la soluzione della divisione testamentaria, oppure scegliere lo strumento del trust;

c) e ancora quali soluzioni adottare per la tutela dei disabili, delle persone anziane, fragili, indifese o incapaci;

d) come disporre un legato, un onere testamentario, e come lasciare un bene a un lontano parente, a un amico o a un ente benefico;

e) quali requisiti occorre rispettare per redigere un testamento esente da vizi e come impugnare un testamento invalido;

f) come calcolare la quota di legittima e cos’è la collazione;

g) quali cautele adottare in caso di eredità gravate da debiti e come proteggere il patrimonio personale degli eredi;

h) come redigere la dichiarazione di successione e quali imposte gravano sull’asse ereditario;

i) la divisione del patrimonio ereditario.

L’individuazione della soluzione più appropriata per risolvere i dubbi che questi ed altri analoghi problemi comportano, può scaturire soltanto da un’analisi approfondita delle peculiarità di ogni singola fattispecie.

Lo Studio, grazie ad un’esperienza di oltre sessant’anni in questo campo del diritto, è in grado di dare risposte appaganti e di carattere sartoriale per ogni singola esigenza.